MAL DI SCHIENA 

Mi chiamo Riccardo, ho 36 anni e vorrei raccontarvi la mia esperienza con la chiropratica.

Quattro-cinque anni fa ho cominciato ad avere dei dolori alla schiena nella zona lombare. Con l’andare del tempo, i dolori sono aumentati in maniera pazzesca portandomi problemi al nervo sciatico e lungo tutta la gamba. Sono arrivato a non riuscire più a dormire, guidare, a stare seduto e soprattutto a lavorare (faccio il maestro di sci in inverno e in estate il maestro di tennis.

Ho iniziato a prendere ogni tipo di antidolorifico antinfiammatorio; alla fine dell’effetto, i dolori ricominciavano senza tregua. Vivevo nel mio mondo, ero sempre di cattivo umore e avevo poco dialogo con i familiari e con chi mi stava intorno.

Avevo il pensiero costante di non poter appoggiare normalmente la gamba per paura di sentire una scossa terribile e cedimento della stessa. Una notte sono rimasto letteralmente bloccato sul wc e piangevo dal dolore: da quel momento ho avuto veramente paura per il mio futuro.

Con impazienza, ho cominciato a farmi visitare da molti dottori e ortopedici specializzati e la risposta era puntualmente la stessa: perdere peso e null’altro da fare, se non la possibilità di un intervento chirurgico con delle placche per distanziare le vertebre lombari, tutto questo, con dei rischi per la motricità, quindi l’ho scartato subito e neanche preso in considerazione. Ero disperato! in seguito, ho percorso qualsiasi strada: fisioterapisti, osteopati e massaggiatori in genere, con nessun tipo di risultato!!!!!!!!!

A questo punto le mie speranze erano svanite quando, una sera a cena, mia cognata e sua mamma mi parlano del dottor Cecchi e della chiropratica. Sinceramente ero un po’ scettico, comunque ho deciso di provare. La prima volta è stata fondamentale anche a livello umano e con il dottor Cecchi mi sono sentito subito a mio agio. Dopo aver guardato le mie lastre con attenzione mi ha fatto sdraiare sul lettino, prono e con le ginocchia piegate mi ha fatto spingere i piedi contro le sue mani: dolori pazzeschi alla sciatica e zero forza. Lo stesso esercizio me lo ha fatto ripetere con dei magneti appoggiati sulla mia pancia: non avevo più così male alla schiena e avevo molta più forza nella spinta delle gambe.  Dopo questa prova mi ha detto che poteva aiutarmi a risolvere il mio problema. In quel momento ero la persona più felice del mondo!!!!!!!!!!                          

Durante gli appuntamenti successivi (all’inizio due volte alla settimana, adesso una volta al mese) ha cominciato ad “aggiustarmi” con delle pressioni e torsioni sulla colonna vertebrale (le prime volte doloroso poi sempre di meno); ho sentito subito benefici che non avevo mai riscontrato con gli altri metodi. Da quel momento in avanti mi sono affidato completamente al dotto Cecchi e alla chiropratica. Mi ha modificato l’alimentazione (niente latte e formaggi di latte vaccino), devo camminare tutti i giorni per 45 minuti e ho da fare degli esercizi specifici (sono semplici!).

Dopo un anno e mezzo dal primo incontro ho perso 20 kg, la sciatica è un brutto ricordo e sono un’altra persona con me stesso e con gli altri. Posso sciare e giocare a tennis, quindi lavorare senza avere il terrore di non potermi alzare dal letto il giorno dopo.

I cambiamenti sono incredibili e mi sento dire che la mia vita è veramente cambiata.

Un ringraziamento enorme al dottor Cecchi che ha saputo rimettere in piedi una persone che faceva fatica a camminare……..

GRAZIE DI CUORE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

   Mi chiamo Davide, ho 19 anni e desidero raccontare la mia storia.

   Il 17 ottobre 2008, a termine di una partita di calcio (gioco a calcio come centrocampista) mi sono accasciato al suolo e ho chiesto ai miei genitori di accompagnarmi al Pronto Soccorso perché non riuscivo più a muovermi e a camminare dal male alla schiena.

   E’ iniziato il periodo più triste della mia vita: esami clinici, visite fisiatriche, neurologiche, neurochirurgiche e costosi cicli di cure fisioterapiche. Dopo e mesi di tutto ciò stavo leggermente meglio, ma fare una vita normale per la mia età, giocando a pallone, correndo e muovendomi liberamente, nemmeno a parlarne. Solo la sentenza che, avendo due protrusioni discali in zona lombare, avrei dovuto a vita continuare a irrobustire gli addominali e “cercare” di stare un po’ meglio probabilmente dimenticandomi le attività sportive, tranne il nuoto.  Per un adolescente, suona come una sentenza!

   Finalmente, da una collega di mia mamma, ho saputo dell’esistenza del Dottor Andrea Cecchi di Torino, Dottore in chiropratica, che aveva già risolto problemi simili ad altre persone. Sebbene con titubanza dovuta all’ignoranza sulle terapie chiropratiche e fortemente osteggiato dai medici che mi avevano avuto in cura, ho iniziato la terapia presso di lui.

   Ho seguito alla lettera la terapia, i suoi consigli e ho rispettato gli appuntamenti scrupolosamente e dopo nemmeno un mese io stavo bene ed avevo ripreso l’attività agonistica. Sono guarito nel corpo ma anche nello spirito, perché il problema alla schiena mi rendeva oltremodo scontento della mia vita di quindicenne.

   Attualmente effettuo regolari controlli saltuari più per le ansie di mia madre, anche se, quando esco dal suo studio, i piccoli problemi fisici conseguenti all’attività agonistica, spesso sono risolti ed io mi sento meglio.

   Il Dott. Cecchi comunque è per me un punto di riferimento costante, la prima persona a cui penso di rivolgermi in caso di “malessere” perché so di poter risolvere tutti i miei “acciacchi”.

   Il mio pensiero attuale sulla chiropratica è molto cambiato rispetto all’approccio: in tutto questo tempo ho imparato a conoscerla e a saperla apprezzare come scienza estremamente scrupolosa, che si basa su conoscenze approfondite dell’organismo umano ed in particolare del sistema nervoso e della sua fisiologia. E’ comunque ovvio che i Dottori in chiropratica devono essere estremamente preparati ed avere conoscenze approfondite nel campo, perché il successo delle terapie secondo me è un fatto di millimetri, anatomicamente parlando.

   Ho consigliato e consiglierò anche in futuro le terapie chiropratiche a tutti, perché si rechino da un Dottore come Andrea Cecchi, veramente efficace, scrupoloso, bravo e che svolga la propria professione, “credendoci” come fa lui.

Mi chiamo Anna.

Da alcuni anni soffrivo di mal di schiena. Il medico curante mi aveva ordinato di fare delle radiografie alla schiena e l’esito era dolori di osteoporosi, reumatici e articolari. Avevo chiesto di farmi fare delle terapie, ma il medico curante continuava a prescrivermi antinfiammatori e antidolorifici.

Quando prendevo le compresse un po’ mi calmavano, poi, se sospendevo mi ritornavano i dolori. Ho continuato per un lungo tempo, poi per ben due volte sono rimasta bloccata e non riuscivo più a muovermi per i forti dolori e continuavo a prendere calmanti.

Non conoscevo la chiropratica, poi, mia figlia che la conosceva mi ha consigliato e infine convinto a recarmi nello studio del Dottor Cecchi, così ho iniziato questo trattamento.  Proprio subito, non mi sembrava efficace, poi, continuando i  trattamenti ho cominciato a migliorare. Ho sospeso tutti i calmanti e cominciavo a sentire più energia e la volontà di camminare più a lungo perché non sentivo più tanti dolori.

Ora è passato un anno da quando ho incominciato e devo dire che sto molto meglio di prima. Non ho più preso calmanti e continuo i trattamenti per il mantenimento.

Cerco di trasmettere alle persone che conosco e che soffrono come soffrivo io prima, di sottoporsi a questo trattamento, per l’esperienza da me avuta.

Devo dire che, nonostante la mia età avanzata, cammino con molta più energia.

 

Soffrendo da anni di mal di schiena, sono andata da diversi specialisti al fine di poter curare questi disturbi (osteopata, riflessologia, ortopedici);  in un primo tempo sembrava che il dolore migliorasse ma, col passare del  tempo, si ripresentava come prima.

Parlando con un amico mi è stato consigliato di seguire delle sedute di chiropratica e, in particolare, mi è stato consigliato il Dott.Cecchi.

Sin dalle prime sedute ho notato dei miglioramenti che sono stati graduali;  in un primo momento ho avuto degli effetti positivi legati all’apparato digerente poi,  lentamente, i benefici si sono estesi  anche alla schiena. Il fulcro del problema era legato alla zona dell’osso sacro, poiché circa trent’anni fa ho subito un trauma che ha portato alla rottura; questo mi ha provocato diversi problemi tra cui, ho sempre avuto difficoltà a stare seduta per ore. Ora questo disturbo non esiste più e devo dire che è migliorata la qualità della mia vita, anche perché prima trovavo  “ stressante” andare a cena fuori con amici, perché dopo un po’ soffrivo, mentre adesso anche le serate in compagnia cono tornate ad essere piacevoli.

Vista la mia esperienza positiva ho consigliato il Dott.Cecchi a diverse persone, a mia figlia e a degli amici e anche loro stanno avendo ottimi risultati.

Un altro aspetto della chiropratica è che le manipolazioni che vengono eseguite non provocano dolore.

 

                                                                                                                 Maria Teresa Baudracco

Sono Patrizia ho 46 anni e soffro di mal di schiena da circa 10 anni, conseguenza di una rovinosa caduta dallo snow board avvenuta circa 10-12 anni fa. La mia attività professionale sedentaria, impegnativa e stressante ha fatto il resto, peggiorando nel corso degli anni la situazione.

Le ho provate tutte (ginnastica correttiva, agopuntura, Tens, etc.),  con risultati a volte poco apprezzabili sin dall’inizio, altre volte con qualche miglioramento, poi svanito dopo qualche mese.

I picchi del dolore si manifestano, naturalmente, durante la stagione invernale, quando il freddo fa irrigidire la muscolatura causando forti dolori alla zona lombare, limitando la mobilità e in qualche occasione anche la mia vita professionale. Da copione, ho sempre tamponato questi eventi con antidolorifici e alchimie varie (fasce riscaldanti applicazione di creme, etc.). In uno di questi momenti difficili, in ufficio mi hanno parlato dello Studio Cecchi e ho pensato che avrei provato anche questa.

Al primo appuntamento ero ansiosa e curiosa, come notoriamente lo sono davanti a cose che conosco poco: il Dottor Cecchi mi ha visitata, esaminando le lastre della colonna vertebrale e poi mi ha spiegato in modo comprensibile “anche ai non addetti ai lavoro” i problemi identificati e cosa fare per risolverli.

Seduta dopo seduta, aggiustamento dopo aggiustamento ho visto cambiamenti inaspettati, migliore digestione e migliore attività intestinale con conseguente diradamento dei miei mal di testa ciclici: Ma la vera novità è che ho passato l’inverno senza affrontare neanche un episodio di forte dolore alla schiena, nonostante le mie lunghe trasferte in aereo, il mio stress alle stelle e la mia vita alquanto sedentaria! Quindi un anno senza antidolorifici e bende riscaldanti! E non solo… da qualche tempo frequento un corso di Zumba una volta a settimana, tutte le mattine cammino veloce sul mio tapis roulant almeno per 40 minuti e questo week end mi aspetta una lunga passeggiata in bicicletta.  Non ci salgo da tre anni!!

Ci tenevo a questa testimonianza, perché conosco molte persone che hanno i miei stessi problemi e che per false credenze, paura o che altro, rimangono ancorati alla medicina tradizionale, perdendosi una grande occasione di migliorare la propria condizione di salute generale, che ho personalmente riscontrato con la chiropratica.

E per finire: non fatevi impressionare dalla parola “aggiustamento”, nessuno vi salta sula schiena a piedi giunti, a riprova, il fatto che lo Studio Cecchi è frequentato anche da molti bambini per nulla spaventati di mettersi nelle mani del Dottor Cecchi, dotato di estrema pazienza sia con i bambini… e anche con adulti paurosi come me.

Patrizia Bernardi

                                                                                                                                 Torino, 19 marzo 2013

 

   Io, Chiarizio Pasqualina, nata il 12/04/’50, ho conosciuto lo Studio Cecchi sette anni fa, consigliatomi dalla mia vicina di casa anche lei paziente del Dr. Cecchi.

   Io sono sofferente cronica di dolore alla schiena, avendo avuto da piccola il morbo di Pott.  Sono stata operata a Roma nel 1960 al Carlo Forlanini, operazione sperimentale e ho recuperato un’autonomia sufficiente a condurre una vita normale, ma i problemi alla schiena mi hanno obbligata a prendere tanti antidolorifici. Risultato: fegato mal messo.

   La mia schiena era un blocco totale, rigida e dolorante.

   Le mani del Dr. Cecchi, pur essendo delicate, mi facevano male ma, col tempo, il dolore si è attenuato. Non dovevo più prendere antidolorifici e mi muovevo bene. Lavoravo nove ore al giorno. Io non avevo mai fatto mettere le mani sulla mia schiena, per paura di peggiorare. Oggi va molto meglio e vado nello studio del Dr. Cecchi per mantenimento.

   Ho consigliato a tante persone la chiropratica. Si sta meglio e non si prendono medicine. Se il dottore ritiene utile, può pubblicare la foto delle mie lastre alla schiena, per capire la mia situazione.  

    Ringrazierò sempre il Dottore, umano e gentile e anche le sue segretarie educate e professionali.

 

                                                                                      Chiarizio  Pasqualina

Almese,  8 marzo 2014

Mi sono rivolta allo studio Cecchi per pura casualità.  Erano anni che ci passavo davanti e mi ripromettevo sempre di provare con la chiropratica per eliminare, o almeno attenuare, i dolori al collo e alla schiena che con i rimedi classici non riuscivo a risolvere. La decisione di prendere un appuntamento è stata causata dall’insorgere di una mialgia, un’infiammazione a quasi tutti i muscoli, soprattutto delle gambe e delle braccia, che agli inizi di ottobre dello scorso anno è cominciata in modo blando e sopportabile, ma che nel mese di dicembre mi ha costretta alla quasi immobilità, con dolori e rigidità in tutto il corpo. Non riuscivo a fare nulla, non dico lavorare, guidare, camminare, ma semplici e minimi movimenti.  Per un mese circa, stando a riposo assoluto e dopo aver assunto un numero indescrivibile di cortisonici, antinfiammatori, antidepressivi, miorilassanti, sonniferi e complessi vitaminici la situazione è leggermente migliorata, ma non risolta. A quel punto ho deciso che dovevo provare una strada alternativa.  Non sapevo se la chiropratica fosse indicata nel mio caso; dopo aver telefonato allo studio e aver parlato con il dottor Cecchi che mi ha rassicurato, è iniziata la terapia.

Durante la prima seduta mi è stato spiegato in modo chiaro il percorso terapeutico e tutto ciò che dovevo fare per raggiungere i risultati auspicati. Già la sera stessa mi sono sentita rilassata e ho riposato tuta la notte senza l’ausilio di sonniferi come non mi capitava da decenni. I dolori, acuiti il giorno successivo, il secondo erano notevolmente diminuiti e cosi è stato dopo tutte le sedute in un miglioramento crescente e progressivo. L’effetto positivo della terapia si è rivelato non solo dal punto di vista fisico ma anche psichico, con una diminuzione della depressione, dell’ansia e con un aumento dell’energia e della resistenza fisica.   La chiropratica mi sta risolvendo non solo la mialgia, ma anche dolori diffusi che mi assillano da moltissimi anni. Questa terapia si occupa della persona nella sua totalità e non come un insieme di organi.

Il Dottor Cecchi si è dimostrato da subito un dottore, non solo preparato e competente dal punto di vista professionale, ma anche capace di entrare in sintonia con il paziente, in grado di comprendere le problematiche, avvicinandosi con garbo e sensibilità, prendendosene cura nel senso più profondo e completo.

Attualmente sto molto meglio e mi sto avviando alla risoluzione dei disturbi, tuttavia ritengo sia necessario non interrompere la terapia, per poter migliorare e poter tornare a fare sport e magari anche a ballare! Naturalmente consiglierò a tutti i miei parenti e amici la chiropratica, anzi l’ho già fatto. Posso dire che dopo questo “incontro” la mia vita è finalmente migliorata!


                                                                                       Annamaria Del Treppo

Perché mi sono recata dal chiropratico?

Perché dopo tanti trattamenti, pastiglie, iniezioni, ecc., tramite suggerimento di una conoscente, ho preso la decisione. E’ stata la mia salvezza!

Dopo anni di mal di schiena, posso dire da sempre, ora mi sento bene; anche l’umore è cambiato e anche i mantenimenti sono sempre meno dolorosi.

A seguito della mia esperienza, consiglio questa pratica prima ancora che si presentino i problemi.

Soprattutto, mamme, fate controllare i vostri pargoletti.


                                                                                                       Maria

Dopo tre mesi di sofferenza generale causata prevalentemente dal mal di schiena, finalmente ho trovato sollievo. Sono andata da un chiropratico un po’ perplessa, perché non conoscevo questo tipo di medicina.

Il Dottore mi ha visitata e mi ha detto che pensava di poter fare qualcosa per migliorare il mio stato di salute. Dopo le prime sedute ho iniziato a sentire i primi miglioramenti.

Sono soddisfatta perché provavo parecchio dolore, faticavo a camminare e dormivo poco ma, dopo le sue terapie, sto molto meglio.

Ho conosciuto un dottore molto bravo e professionale; con i suoi consigli, i suoi metodi, sto molto meglio e pertanto lo ringrazio

Sicuramente ci rivedremo per le sedute di mantenimento.

Un grazie di cuore al Dottor Cecchi.

 

                                                                               Ferrero Teresina

Mi chiamo Ornello Gambacurta, ho settant’anni e sono andato dal chiropratico, Dr. Andrea Cecchi, per la prima volta quattordici anni fa per curiosità, pur essendo animato da profonda incredulità.

Sono in cura tutt’ora esclusivamente a livello di prevenzione per le patologie che prima mi affliggevano e cioè: mal di schiena, periartrite, lombalgie, ernia iatale, tachicardia, lacrimazione e disturbi all’intestino, evitando l’assunzione di qualsiasi tipo di medicinale.

Logico quindi, coinvolgere tutti i familiari e parenti, persino la suocera!!!

Tutti inizialmente scettici, ma poi costantemente partecipi.

   Mi sono rivolta al chiropratico perché avevo un mal di schiena molto forte. Avevo questo problema da molti anni, infatti ho ritrovato radiografie della spina dorsale datate 1972. I dolori erano iniziati durante la gravidanza nel 1968.

   Ho avuto dolori alla cervicale ma soprattutto alla zona lombare, che mi debilitavano, ma solo ultimamente sono diventati quasi insopportabili. Non potevo più guidare, passare l’aspirapolvere, scopare ed erano poche le sedie su cui potevo sedermi, senza dovermi alzare subito dopo.

   Mi sono rivolta ad un chiropratico e l’esame iniziale ha rilevato le “curve” della mia colonna vertebrale e lo spostamento delle vertebre. Il primo aggiustamento non mi ha impressionato come paventavo, perché non ho provato dolore, né ho sentito scrollamenti.

   Nel corso della terapia ho avuto alti e bassi: a volte stavo meglio, a volte ritornavo indietro, però, poco per volta, avevo l’impressione di stare più diritta e di essere diventata più alta; anche l’energia al mattino era più forte e mi stancavo di meno, inoltre, da quindici giorni mi è notevolmente migliorata la psoriasi che mi tormentava i piedi da anni. Lo spessore della pelle è diminuito e i tagli, anche sanguinolenti, si sono richiusi e la pelle è pressoché normale.

   Naturalmente, ora ho un nuovo rapporto con la chiropratica.

   Io mi sono avvicinata con timore perché avevo sentito storie terribili di persone rimaste paralizzate (forse erano andate da persone che si improvvisavano). Inoltre, un primario di traumatologia, una decina di anni fa, mi aveva assolutamente sconsigliato di rivolgermi alla chiropratica, anzi, me l’aveva pure scritto sulla ricetta delle medicine.

   Ora, la chiropratica la raccomanderei a tutti e consiglierei anche una visita preventiva, anche in assenza di sintomi.

 

                                                                                            Garofani Alessandra

A PROPOSITO DI CHIROPRATICA

Anch’io, come tanti, da qualche tempo ho avuto un problema agli arti inferiori, nonché alla colonna vertebrale, con tutte le conseguenze possibili.

Dopo essermi rivolta a medici, ortopedici e fisiatri, ho subito un intervento al ginocchio nel 2006, ma ho continuato a far fatica a camminare e a svolgere le faccende di casa.

Dopo aver provato un po’ di tutto, pur se un po’ diffidente dapprincipio, ho deciso di provare la chiropratica presso lo Studio del Dott. Cecchi, dopo averne sentito parlare.

L’esame iniziale e le terapie seguenti, non solo mi hanno fatto ricredere dalle riserve nei riguardi di tale pratica, ma posso –sinceramente- ben dire che ho riacquistato la mobilità articolare e sono scomparsi i dolori e i problemi causati da un’anormale articolazione, con conseguenze negative per la deambulazione e i movimenti vari.

E’ proprio vero e sacrosanto il detto: provare per credere!  Allora invito tutti coloro che soffrono degli stessi mali e delle medesime mie patologie, a sottoporsi a una visita chiropratica preventiva.

 

                                                            Giaimo Santa Clelia

Torino, febbraio 2015

 

   Egregio Dott. Cecchi,

Sono ormai otto anni che vengo nel Suo studio a farmi rimettere in sesto.

   Ricordo la prima volta, quando ero zoppicante e con andatura vistosamente incerta causa schiacciamento e slittamento delle ultime vertebre lombari (mi sembra L4 e L5). Ciò mi provocava un forte mal di schiena e l’impossibilità delle mie corse settimanali, con conseguenze sul mio lavoro e sul mio umore, giacché mi vedevo privato del mio “sfogo” sportivo che tanto mi aiutava (anche in famiglia).

   Sono passato da diversi medici, sempre con esiti incerti, tanto che mi ero convinto di dover convivere con il dolore alla schiena. Poi, spinto anche da mia sorella (anch’essa Sua paziente), feci un altro tentativo dal chiropratico. Dubbioso all’inizio e poi sempre più convinto, giacché vedevo i miglioramenti alla mia schiena. Insomma, se sono tanti anni che frequento il Suo studio, un motivo ci sarà.

   Ho mandato gli antidolorifici in scadenza, anche se me li porto sempre dietro per scaramanzia. Vado regolarmente in palestra e faccio qualche ora di tappeto e cyclette. Sono più controllato nell’alimentazione per non appesantire la schiena. Faccio ampie camminate e il mio umore è decisamente migliorato. La mia andatura è quasi normale.

   Ho sempre seguito i Suoi consigli e sono contento di averlo fatto.

   La collaborazione medico-paziente ha funzionato e La ringrazio per tutto ciò.

   Cordiali saluti da

 

                                                                                              Vittorio Grazioli

Ho sofferto per molti anni di mal di schiena, un male tale da non poter più camminare. La risonanza faceva sempre emergere un’ernia del disco L5-S1.Ho fatto parecchie punture di antinfiammatorio, provato l’ozono terapia, sedute dal fisiatra, ma di risultati positivi nemmeno l’ombra.

Tanto era il dolore che ero sul punto di farmi operare nonostante in molti mi sconsigliassero tale operazione, poiché poteva non essere risolutiva.

Dopo tanti tentativi senza successo, ad un certo punto mi sono rivolta allo Studio Cecchi, consigliata da alcune persone che erano già pazienti.

I risultati sono stati subito evidenti e dopo poche sedute la situazione è migliorata nettamente. Finalmente riuscivo a stare in piedi; non mi sembrava vero!!

Adesso sto veramente bene; sono passati circa due anni e oggi vado a fare le sedute una volta al mese per il mantenimento.

Consiglio veramente a tutti quelli che come me soffrono di mal di schiena di avvicinarsi alla chiropratica.

 

                                                                          Gugliotta Antonella

Da diversi anni soffro tanto di mal di schiena.

Avevo tentato altre terapie senza aver avuto nessun risultato, ma con questa terapia ho trovato un grosso miglioramento.

Oggi posso fare diverse cose che prima non riuscivo a fare. Non riuscivo ad andare a farmi la spesa.

Adesso, riesco a fare diverse cose, grazie a questa visita chiropratica.

 

                                                                                                   Iolanda

Torino. 28/03/2013

 

   Soffro di mal di schiena da diversi anni e questo problema ha limitato moltissimo le mie attività, al punto che ho dovuto smettere di lavorare.

   Prima di rivolgermi al Dr. Cecchi, ho fatto molte terapie e assunto molti farmaci (antinfiammatori, antidolorifici, morfina) ma non ho risolto il problema se non causarmene degli altri, a motivo dei loro effetti collaterali.  Poi, dietro consiglio di alcuni amici, mi sono rivolta al Dr. Cecchi e fin dai primissimi aggiustamenti ho notato dei miglioramenti.

   Oggi riesco a percorrere a piedi lunghi tratti di strada che non riuscivo a fare prima, muovermi con energia e leggerezza da avere l’impressione di non sentire il peso del proprio corpo, ma anche un migliore funzionamento dell’intestino.

  La chiropratica ha significato per me migliorare la mia salute e, cosa ancora più importante, non ho avuto più bisogno di assumere neanche un solo farmaco e questo per me è importantissimo.

   Mi sono rivolta al chiropratico dopo aver sofferto molto, ma la cosa migliore che consiglio in base alla mia esperienza, è quella di farsi guardare quando non si hanno sintomi, per evitare poi grandi sofferenze.

 

                                                                                     Iuliano Genoveffa

Settimo T.se, 25/05/ 04

 

   Mi sono recata dal chiropratico, perché avevo male alla spalla sinistra da circa un mese: non volevo prendere dei medicinali.

   Parlando con degli amici mi hanno detto di rivolgermi, se credevo, dal chiropratico infatti, loro per diversi problemi si erano rivolti a lui. Piano piano, con alcune sedute, ho cominciato ad avere benefici: mal di testa, malesseri di schiena, collo rigido e male alla spalla, sempre più rari fino, alcune volte, quindici giorni senza problemi.

   Non sono mai andata da un chiropratico prima, ma perché ignoravo questa terapia, anche se oggi c’è tanta informazione, ma tante volte si viene a conoscenza per mezzo di chi ha provato prima.

   Il benessere che sto provando certamente incide sul mio organismo; ho più energia nello svolgere le mansioni di impiegata e di casalinga e l’umore di conseguenza è buono.

   Certamente raccomanderei una visita chiropratica preventiva in assenza di sintomi. 

   Tanti cari saluti e ringraziamenti,

 

                                                                                        Lombardo Carmela

Moncalieri, 11 maggio 2015

 

   Mi sono recata dal chiropratico su consiglio di mio figlio che già aveva beneficiato delle sue cure.

   Da circa due mesi soffrivo per un forte mal di schiena, avevo anche male alla gamba e al piede destro tant’è che camminavo zoppicando.

   Già dalle prime sedute il male si è attenuato fino a scomparire.

   Su proposta del chiropratico ho fatto una cura per un altro mio problema: dal 1998 avevo dei frequenti dolori addominali. Dal clisma opaco è risultato che avevo i diverticoli. La cura che facevo per evitare che degenerassero consisteva nell’assunzione di antibiotici una settimana ogni mese, il che, mi permetteva di tirare avanti alla meno peggio.

   Dopo la cura del chiropratico non ho più avuto mal di pancia e ho smesso gli antibiotici.  La mia vita è migliorata perché non solo non ho più dolori, ma posso uscire di casa tranquillamente senza l’assillo di trovare un bagno nel caso di coliche improvvise.

   Visto i risultati ottenuti, ho molta fiducia nella chiropratica e vorrei che fosse conosciuta da tutti quelli che hanno dei problemi. 

 

                                                                                             Molino Catterina

Laura 46 anni.

La mia storia inizia all'età di 3 anni, quando a causa di una lussazione congenita dell'anca mi ritrovo ingessata per circa 6 mesi. Gli esiti positivi di questa terapia mi permettono di condurre una vita normale. Purtroppo dopo aver partorito mia figlia inizia un periodo molto difficile dove i dolori alle gambe aumentano sempre di più fino a portarmi a dovermi sottoporre ad un intervento di protesi d'anca totale alla gamba destra a 29 anni, seguito dopo 5 anni dallo stesso intervento alla gamba sinistra.

La mia vita torna ad essere soddisfacente, ma dopo 10 anni dall'ultimo intervento iniziano nuovamente i problemi, i dolori alla gamba destra e alla schiena si fanno talmente forti da non permettermi più né di lavorare, né di condurre una vita normale.

Ma il vero problema era il non riuscire a capire qual'era il "problema".

Trascorre così un anno e mezzo pieno di tentativi per non arrivare a pressochè nessun risultato.

Farmaci di ogni tipo, dagli antinfiammatori ai cortisonici, massaggiatori, osteopati, ortopedici, fisioterapisti ecc. ...

Nessuno riusciva a darmi una reale spiegazione e ogni cura intrapresa dava pochissimi risultati che poi sparivano nel breve periodo.

Lo scoraggiamento totale mi porta alla depressione e quando anche la gamba sinistra inizia a darmi problemi la disperazione è forte.

Fin quando un giorno una mia collega mi parla molto bene del Dott. Cecchi, Dottore in chiropratica.

Mi racconta la sua storia, disperata quanto la mia e mi racconta anche della sua guarigione, che anche per lei era diventata quasi un miraggio.

Ne avevo provate tante e avevo dato fondo ai miei risparmi senza nessun esito positivo fino ad allora.

Tanti luminari mi avevano promesso la guarigione. Perché fidarmi ancora?

Nonostante i vari dubbi iniziali prenoto la prima visita dal Dott Cecchi e quando esco dal suo studio mi sento molto positiva per la buona impressione che mi ha fatto e decido di affidarmi a lui.

La tecnica del Dott Cecchi è per me nuova e devo dire molto particolare e a volte incomprensibile.

I primi aggiustamenti li ho affrontati con la paura e a volte con un pò di sconforto perchè all'inizio i dolori aumentavano, anche se sapevo che era una cosa del tutto normale.

Ma già dopo nemmeno un mese ecco che le cose vanno a migliorare, riuscivo di nuovo a svolgere le mie faccende di casa, fare la spesa e arrivare a sera dopo una giornata di lavoro in condizioni fisiche migliori.

I dolori erano diminuiti ed io felice continuavo la cura sempre più volentieri.

Ormai il percorso so per certo che è tutto in discesa, sicuramente sarà ancora lungo, perché la diminuzione dei sintomi non significa aver già risolto il problema, ma io continuerò senza esitare perchè finalmente dopo un anno e mezzo ho trovato la strada giusta e un dottore che mi incoraggia ogni volta e che con me è disposto ad esultare ad ogni miglioramento e ad ogni scalino superato.

Se non avessi incontrato il Dott Cecchi la mia vita non sarebbe ora così soddisfacente.

Spero presto di poter anche ricominciare a cimentarmi nel mio hobby preferito: il ballo latino americano.

Non è ancora successo, ma so che presto tornerò nuovamente in pista.

Stiamo lavorando per questo!!!

Mi sento di raccomandare a tutti coloro che hanno problemi di salute di fare una visita dal Dott Cecchi.

La chiropratica forse è una tecnica poca conosciuta, ma secondo me credetemi i benefici sono veramente tanti!

Torino, 19 dicembre 2003

   Soffro di mal di schiena dal 1996. Tutto è cominciato a seguito dello spostamento di un tronco d’albero, con conseguente sciatica e poi dolore alla schiena.  Questo mi ha provocato conseguenze come il blocco totale di ogni attività sportiva, difficoltà nei movimenti normali e rigidità.

   Sono ricorso a fisioterapia, agopuntura e massaggi shiatzu nel tentativo di risolvere il problema. In seguito, mi sono affidato alla chiropratica. Il dottore mi ha fatto un esame iniziale. E’ stato interessante, ma senza benefici immediati. Successivamente, ho notato una progressiva attenuazione del dolore e spostamento dello stesso, in altri punti della colonna.

   Col tempo, ho ripreso a fare tutto quello che facevo prima della comparsa del dolore, anche se con un po’ di cautela in più.

   Non mi sono rivolto prima alla chiropratica, perché non la conoscevo ed ero del tutto ignorante in materia.

   Visti i risultati ottenuti, ho consigliato una visita dal chiropratico a persone che mi hanno esternato i loro problemi di salute. Magari non mi verrebbe in mente di suggerirla come prevenzione, ma sicuramente si per risolvere problemi in corso.

 

                                                                                           Roberto Molino

Diversi mesi fa, improvvisamente, ho iniziato a sentire un gonfiore localizzato tra i testicoli e l’ano. Sono andato quasi immediatamente dalla mia dottoressa curante la quale mi ha consigliato di effettuare una prima visita dall’urologo.

L’urologo mi ha visitato accuratamente e ha trovato una “congestione” della prostata: mi ha prescritto per un mese un farmaco naturale: Permixon.  Dopo una decina di giorni il fastidio era diventato dolore tanto che non riuscivo a stare seduto e non potevo avere rapporti sessuali in quanto avvertivo bruciore al momento dell’eiaculazione.  Urinavo spesso durante il giorno e anche la notte.  Mi ha inoltre prescritto due scatole di antibiotico Tavanic. Nel frattempo ho ritirato gli esami da cui non risultava nulla. L’antibiotico inizialmente sembrava avere effetto, ma a metà della cura il problema persisteva e ho deciso quindi di assumere la terza scatola (in totale 15 pastiglie). Non mi rimaneva altro che fare un’ecografia completa all’addome, da cui non è risultato nulla di anomalo.

Ho pensato quindi di risolvere il problema in maniera differente e ho contattato il Dr. Cecchi, il quale aveva già guarito da un’ernia cronica al disco un mio amico e aveva aiutato un altro mio amico che non riusciva a dormire la notte, per forti dolori al braccio e alla schiena. Il dottore mi ha spiegato che in diversi casi la prostatite (infiammazione alla prostata, senso di gonfiore alla prostata e anche ai testicoli) poteva essere causata da una sublussazione delle vertebre o comunque da una causa riguardante la colonna vertebrale: ho effettuato lastra più visita e successivamente sono iniziate le terapie ed in un tempo ragionevole (nell’ordine di cinque-sei sedute) il problema che avevo è stato perfettamente risolto.

   Mi sono recata dal chiropratico perché avevo continui dolori alla schiena. Avevo questo problema da quando ho cominciato a fare nuoto pinnato a livello agonistico e cioè all’età di quattordici anni. Il più delle volte dovevo stare a riposo.

   Prima di andare dal chiropratico prendevo dei farmaci, ma non facevano altro che alleviarmi il dolore per un pi’ di tempo.  Dopo il primo aggiustamento non ho avuto nessun cambiamento, anzi, ho avuto paura per come era stato fatto; non avevo mai visto prima tutti questi attrezzi.  Dopo una serie di aggiustamenti ho notato cambiamenti nella mia attività sportiva, in quanto mi faceva andare più forte.

   Sinceramente, non sapevo neanche che esistesse la chiropratica e che cos’era. Ora che la pratico, posso dire che è miracolosa anche se a volte, qualche piccolo dolore ce l’ho ancora.

   Come ho già detto, non mi sono mai rivolta prima alla chiropratica perche non la conoscevo.

  Ora mi sentirei di consigliarla a molte persone perché ho scoperto quanto aiuta a stare meglio ed eventualmente, anche come prevenzione, per evitare quei problemi che potrebbero verificarsi in futuro.

 

                                                                                      Punzo Cira

   Ciao, ho 53 anni,

   Non sono mai stato capace di star fermo ed è per questo che, fin da ragazzino trascorro il mio tempo libero dedicandolo allo sport.

   Corsa, sci di discesa, sci di fondo e ciclismo sono stati alla base dei miei allenamenti finalizzati a scaricare le tensioni accumulate quotidianamente, ma soprattutto e naturalmente come preparazione alle competizioni della domenica.

   Da giovane non davo retta a piccoli e fastidiosi dolori, anche perché passavano in fretta, ma a 45 anni sono stato costretto a ridurre notevolmente il volume di “lavoro fisico”.  Sto veramente diventando vecchio? Fu la prima domanda che mi posi.

   Cercai di rimediare ricorrendo a massaggiatori, pomate, unguenti, farmaci antinfiammatori che al farmacista hanno fatto sicuramente bene, ma a me han lasciato solo mal di stomaco e delusione.

   Abbandonato lo sci di discesa ed il ciclismo, a 47 anni ho incontrato un altro sport, credendo assurdamente che fosse meno faticoso: il tiro con l’arco!  Questo tipo di attività, per chi non la conosce, coinvolge tutta la muscolatura della schiena per lo sforzo destinato all’attrezzo; le gambe, il dorso e gli addominali per ciò che riguarda l’equilibrio e la corretta postura durante l’azione (per ogni freccia tirata si sopporta un carico pari a 18-20 Kg).

   I dolori alla schiena, collo e spalle non cessavano più. L’umore ed il benessere generale ne risentirono: il nervosismo prese il posto della serenità, sul lavoro non rendevo come prima, per non parlare poi dei risultati sportivi.

   Lessi per caso ‘qualcosa’ sulla chiropratica e, parlando dei miei problemi con chi aveva già ricevuto beneficio da essa, decisi di rivolgermi anch’io ad un chiropratico.

   L’esame preventivo e le radiografie eseguite confermarono i miei problemi alla colonna ed il dottore ne diagnosticò la provenienza e la loro causa. Decisi quindi di affrontare con serietà la prima serie di aggiustamenti propostami.  Già dopo il terzo-quarto aggiustamento, i dolori sparirono, ma l’entusiasmo maggiore derivò dal fatto che anche “maltrattando” nuovamente il mio organismo con gli sport praticati, essi non comparivano più.   SENZA FARMACI ! !

   L’entusiasmo ed il benessere sono ritornati del tutto ed i risultati sportivi… anche! E alla grande!

   Oggi, a distanza di due anni dal primo incontro, continuo gli aggiustamenti regolarmente. Non solo la mia schiena è “migliorata”, ma tutto il mio benessere generale ne ha positivamente risentito.

   Grazie chiropratica, grazie Andrea!

   Se qualcuno mi chiedesse cosa può fare la chiropratica, sarei tentato di rispondere <<tutto>>, ma mi fermo ad un <<TANTISSIMO>> e sono sicuro di non esagerare.

   Poco tempo fa un collega di lavoro mi ha confidato di essere diventato svogliato e di sentirsi in generale un po’ ‘pesante’. Io gli chiesi se accusava qualche dolore o malessere particolare. Alla sua risposta negativa gli risposi convinto: VAI DAL CHIROPRATICO!

                                                                                           Firmato  un 53enne felice

                                                                                                                Roberto Tesio

   Mi sono recata dal chiropratico su consiglio di mia figlia.

   Soffrivo di dolori fitti al fondo della schiena, da giugno 2004, al punto da non poter camminare per il male acuto.  Nel tempo, sono ricorsa a varie cure medicinali, ma senza risultato.

   Quando mi sono recata dal chiropratico, mi ha fatto un esame iniziale e successivamente un aggiustamento che mi ha dato ottimo risultati. Un po’ per volta ho ripreso a camminare e questo perché non avevo più dolore.

   E’ stato fantastico poter evitare di prendere medicine e nel contempo, grazie alla chiropratica, è migliorato il mio stato di salute generale.

   Se avessi conosciuto la chiropratica prima, me ne sarei sicuramente avvalsa, anziché soffrire per degli anni con tutto il condizionamento che questo comporta anche per le normali attività quotidiane, perché è una medicina che funziona.

   A seguito della mia esperienza più che positiva, la consiglierei anche ad altri, specie per evitare i farmaci, ma anche come prevenzione.

 

                                                                                                            C. B.

   Facevo parte di quella maggioranza di persone che non sanno nulla sulla chiropratica.

   Dopo alcuni anni di dolore alla schiena, crampi notturni alle gambe, risvegli con rigidità del corpo e dolore alla testa - con l’unico rimedio, assunzione di farmaci antinfiammatori senza risolvere il problema di base- mi sono avvicinata con un po’ di scetticismo a questo tipo di medicina, consigliata da un amico che aveva avuto notevoli miglioramenti alla sua salute.

   Nello studio del Dott. Cecchi ho avuto e trovato esaurienti spiegazioni e documentazioni che mi hanno chiarito in cosa consisteva e che benefici si possono ottenere con questa cura.

   Dopo alcune sedute il mio male alla testa è sparito e la mia schiena è in netto miglioramento.

   Averlo saputo prima!

   Purtroppo, molte sono le informazioni sulla medicina tradizionale, ma nessuna in questa medicina alternativa, tranne il passaparola.

 

                                                                                                          L. D.

Mi sono recato dal chiropratico perché mi sono bloccato con la schiena dopo un banalissimo sforzo. Siccome in passato mi era capitato altre due volte sempre facendo sforzi, ho deciso di farmi vedere per capire quale fosse il mio problema. Nel mio caso non mi condizionava molto, perché dopo il ciclo di iniezioni stavo bene, ma avevo paura che mi capitasse di nuovo. Per questo motivo ho deciso di andare dal chiropratico.

Ho notato grandi benefici subito dopo l’esame iniziale e la prima seduta e siccome gli appuntamenti erano ravvicinati, nel giro di tre settimane ero praticamente guarito senza prendere alcuna medicina. Chiaramente mi sono sentito meglio in tutti i sensi e sono ritornato a fare tutto quello che facevo prima del mio ciclo di sedute, compresa l’attività sportiva che pratico da tredici anni.

Sinceramente fino al giorno che sono entrato nello studio del chiropratico non sapevo nulla di tutto questo e non sentivo la necessità di andare a farmi aggiustare; quando ho visto tutti questi miglioramenti in un tempo relativamente breve, ho deciso di continuare a farmi vedere e sicuramente consiglio ad altri il percorso che ho fatto io. Magari senza aspettare di bloccarsi come è successo a me.

Per concludere, nel mio caso, ottima esperienza con ottimi risultati.

 

                                                                                           Roberto Vinci