ARTROSI 

Mi chiamo Franca Morino, sono nata il 23/08/1948 a Torino, dove risiedo tutt’ora.

La mia conoscenza con il Dr. Cecchi avviene nel 2007, per l’esattezza nel mese di luglio, tramite mio marito che, passando davanti allo studio del Dottore, si annotò il numero di telefono.

Avevo avuto in quel periodo, da un mese o due, la gamba destra “insensibile”; riuscivo a camminare ma non la sentivo e questo mi preoccupava parecchio (anche se cercavo di pensare che sarebbe passato in fretta, avendo io una brutta scoliosi da sempre) ma, col passare dei giorni non miglioravo, anzi, era sempre peggio. Ecco quindi che quel numero di telefono del Dr. Cecchi era “arrivato” al momento giusto! Prenotai subito la visita e feci tutto quello che il Dottore mi disse di fare: radiografie alla schiena e le varie sedute chiropratiche. Dopo neanche una decina di giorni, la gamba era di nuovo normale: la sentivo! Continuai ancora per qualche mese e mi rimise in forma. Purtroppo però, col passare degli anni, un po’ per pigrizia, un po’ per problemi familiari e soprattutto per problemi economici, sospesi le visite di controllo dal Dottore.

Successe che alla fine del 2012 e inizio 2013, ebbi due lunghe e fastidiose influenze con tosse continua, febbre e dolori da tutte le parti. In quelle settimane però notai che i dolori erano “strani”, nel senso che non riuscivo più a girarmi nel letto; i dolori erano alle gambe, all’inguine, ai piedi, alle braccia… insomma, ero disperata! Cercavo di fare il passo per poter camminare ma non riuscivo a distendere le gambe.Oltre al male e al non poter fare le mie solite cose quotidiane, ero nervosissima e ciò non giovava sicuramente.  La dottoressa della mutua mi fece fare un esame del sangue da cui riscontrò, secondo lei, artrosi curabile con cortisone (per il male).  Fu proprio in quel momento che mi venne in mente il Dottor Cecchi e mi dissi: “Perché non tentare?”  Prenotai subito e vi assicuro che da quel giorno, 13 aprile 2013 ad oggi, il dottore mi ha aiutata con i suoi “aggiustamenti”, a riprendere “la vita in mano!” Smuovendomi con pazienza, col tempo anche il male è passato.

Che dire? Solamente un GRAZIE al Dr, Cecchi per la sua professionalità, gentilezza e pazienza nell’aiutare le persone che in quel momento soffrono come ero io in quei mesi.        

 

                                                                                                  Franca Morino


   Da parecchi mesi accusavo un fastidioso dolore nella zona inguinale e glutea. Tale dolore si è aggravato estendendosi anche alla coscia ed al ginocchio, tutto ciò con una grave limitazione dei normali/banali movimenti di tutti i giorni.  Alzarmi da una sedia era diventato uno sforzo, cosi come infilarmi le calze e le scarpe, per non parlare poi della postura e della camminata. Quest’ultima era decisamente limitata e associata a zoppia. Purtroppo, essendo alterato il modo di deambulare, ne conseguiva un dolore nella regione lombare.  Tali sintomi erano dovuti ad artrosi bilaterale delle anche, diagnosticata attraverso una radiografia.

   Poiché neanche i trattamenti cortisonici avevano dato alcun risultato, ho pensato di rivolgermi ad un chiropratico.

   Ho avuto modo di conoscere il Dr. Cecchi ad un convegno, ove illustrava i molteplici benefìci che si possono ottenere con la chiropratica. Decido quindi di sottopormi alle cure e già dopo due sedute il dolore fisico era decisamente diminuito e non facevo più ricorso a medicinali (antidolorifici e antinfiammatori).

   Dopo sei-otto sedute sono in grado di alzarmi normalmente da una sedia, mentre prima della cura, quando mi alzavo, trascorrevano alcuni secondi prima che potessi fare un passo e con molta difficoltà. Non ho più problemi a raccogliere qualcosa da terra e a calzarmi, nonché a fare tutte le attività quotidiane che prima svolgevo con grande fatica e dispendio di tempo.

   Il dolore è quasi totalmente scomparso e ho ritrovato la gioia di poter fare una passeggiata, senza dovermi fermare dopo pochi minuti, come accadeva prima.  La postura è migliorata come pure la resistenza fisica e il riposo notturno.

   Oltre agli aggiustamenti chiropratici, ritengo molto utili i consigli ricevuti riguardo all’alimentazione e allo stile di vita in generale.

                                                                                              Negro Gabriella