2014 - ARTICOLI DI INTERESSE: STRUTTURA

ARTICOLO 8


ARTICOLO 7

Tratto da Studio Chiropratico di Treviso

La chiropratica per i bambini

 La chiropratica per i bambini sta crescendo rapidamente e molti più pediatri ora consigliano di portare il bambino da un chiropratico per problemi come infezioni alle orecchiecolichereflussoenuresi notturnaADHD (disturbo di attenzione e iperattività), disturbi dell’umore e malattie cronicheLa Chiropratica è molto importante nei bambini perché il loro sistema nervoso è ancora in via di sviluppo. Quando un bambino è sotto la cura del chiropratico, l’incidenza di malattie è molto meno frequente e meno grave. Quando un chiropratico rimuove le sublussazioni nei bambini, il loro sistema nervoso funziona meglio e questo permette loro di combattere le malattie senza un eccessivo uso di farmaci.

Il trattamento chiropratico nei bambini - non invasivo, indolore, dolce e delicato – è utile e risolutivo.

Diverse sono le cause per cui i bambini possono avere un problema alla colonna vertebrale e quindi al sistema nervoso: un parto traumatico, le prime cadute quando imparano a camminare e… la lista è infinita. Eppure i bambini hanno una tale capacità di adattamento che questi problemi vengono spesso sottovalutati.

traumatismi perinatali sono frequenti e meritano di essere prevenuti o curati prontamente. Quando la colonna e il bacino della madre sono allineati correttamente il feto cresce comodamente, riesce ad assumere la posizione ottimale per il parto e si riduce la presenza di complicanze durante il travaglio e il parto. Se invece l’allineamento non è corretto si viene a creare una costrizione uterina che può alterare il normale posizionamento del feto e quindi rendere necessario l’utilizzo di forcipe, ventosa o optare per un parto cesareo.

In mancanza di un linguaggio per descrivere i danni alla loro colonna vertebrale, molti neonati soffrono di pianti inspiegabili, sonno disturbato, coliche e difficoltà nel girare la testa durante l’allattamento. Un controllo dal chiropratico, poco dopo la nascita, può aiutare a scoprire se c’è stato un trauma che sta causando stress sul sistema nervoso del piccolo. È un modo per contribuire ad evitare le sublussazioni più difficili da correggere che spesso vediamo più tardi, in età adulta. Il trattamento chiropratico sui neonati è completamente indolore e talmente delicato che, il più delle volte, se il piccolo dorme non si sveglia e se è sveglio si diverte, perché il trattamento correttivo è fatto in modo gioioso e giocoso. Il trattamento chiropratico risulta quindi utile e risolutivo già da quando il nascituro è malposizionato o grava sul bacino o sulle pelvi della madre, poi quando nasce e durante tutte le fasi della crescita.

ARTICOLO 6

Associazione Italiana Chiropratici

Maternità

Il mal di schiena colpisce le donne in stato interessante così frequentemente che tale sintomo viene considerato un fatto comune. Corrisponde certamente al vero il fatto che negli ultimi mesi di gravidanza la schiena e il bacino vengono sottoposti ad una serie di stress e tensioni addizionali mentre i cambiamenti ormonali che si producono rendono i legamenti più lassi e per ciò più vulnerabili agli sforzi eccessivi. Ciononostante, una colonna vertebrale in buona forma, in circostanze normali, dovrebbe essere facilmente in grado di compensare a tali cambiamenti. Quando problemi in apparenza semplici diventano sintomi dolorosi, i trattamenti più comuni sono pastiglie, iniezioni e alcuni giorni ( settimane) di riposo a letto quando al contrario la risposta può essere trovata altrove. A tutto ciò va aggiunto il fatto che spesso per una donna, specialmente se già mamma con altri bambini piccoli, il riposo a letto è pressoché impossibile. Oggi, un numero sempre crescente di persone realizza che deve assumere un ruolo più responsabile nel mantenimento della propria salute e, al posto di ingerire medicine, deve cominciare a mangiare cibi più sani e a fare più esercizio fisico. Il mantenimento di questo tipo di attitudine verso la salute è ancora più fondamentale durante la gravidanza dove spesso, durante i corsi pre-natali in preparazione alla nascita, vengono discussi fattori tipo il fumo, la dieta, le medicine o le droghe e gli esercizi . Nonostante questo approccio più in linea con i moderni canoni della salute, il mal di schiena, specialmente negli ultimi mesi di gravidanza, rimane uno dei maggiori fattori di dolore e preoccupazione per la puerpera. La futura mamma che soffre di mal di schiena spesso si trova ad affrontare una situazione in cui sembra ricevere poco aiuto da parte della medicina tradizionale, sia per il fatto che sono pochi i medicinali che può assumere sia per il fatto di non potersi sottoporre a raggi x a causa dei possibili danni al feto.

 La risposta chiropratica. Non è sorprendente che molte donne si trovino a consultare un chiropratico nel tentativo di trovare una soluzione ai loro problemi. Il chiropratico si specializza nel trattamento di problemi legati ai muscoli, alle ossa e alle articolazioni, specialmente quelle della schiena e poiché la chiropratica non fa ricorso ai medicinali, il  trattamento chiropratico può essere eseguito dal concepimento fino alla nascita senza alcun rischio per la futura mamma o il bambino. La maggior parte dei dolori che possono insorgere durante la maternità sono dovuti a semplici cause meccaniche tipo:

Aumento eccessivo del peso
Distribuzione corporea del peso sbagliata
Cambiamenti posturali
Difficoltà nel sollevare correttamente i pesi
Fattori di mal di schiena preesistenti tipo discopatie
Lassitudine legamentaria negli ultimi tre mesi di maternità
Difficoltà nel fare regolare esercizio fisico

 Evidentemente anche il susseguirsi delle maternità può contribuire al mal di schiena. Generalmente le mamme dimenticano presto gli stress e gli sforzi a cui si sottopongono dopo la nascita del bimbo: alzare i piccoli dalla culla o dal passeggino, cambiare i pannolini con il dorso piegato in posizione sbagliata, portarli al seno e camminare…….tutto ciò contribuisce a produrre problemi in seguito, se non ci si rivolge rapidamente alla correzione di tali errori. Il chiropratico spesso può ridurre le tensioni che vengono a crearsi su di una colonna più fragile a a causa della maternità aggiustando specificatamente le aree interessate con manipolazioni delicate dirette ai muscoli, alle articolazioni ed ai legamenti del fondo schiena e bacino. Considerata la sua educazione specializzata, il chiropratico è in grado di trattare anche le donne che si avvicinano alla data fatidica del parto ciò reso possibile anche grazie alla modularità dei lettini chiropratici che, grazie a speciali sezioni che si spostano, possono accogliere anche i pancioni più grandi. Il chiropratico può inoltre suggerire esercizi e movimenti che aiuteranno la puerpera durante tutta la maternità, esercizi che potenzino e mantengano il tono muscolare affinché lo stress sui muscoli, legamenti e zone lombari venga diminuito al massimo. Consigli sulla postura, suggerimenti su come portare e sollevare i bambini sono anche indispensabili per saper affrontare bene questo difficile ma bellissimo periodo della vita di una donna. Il mal di schiena, anche se molto comune, non è normale e non deve essere sempre sopportato perché “tanto non si può fare niente….” Spesso il chiropratico è capace di ridurre in modo sostanziale, senza imbottirsi di medicinali, la quantità di dolore che la futura mamma deve sopportare nel difficile compito di mettere al mondo questi bambini così felicemente attesi.

 Semplici cose da fare o evitare per la donna incinta

Cose da non fare

Indossare abiti attillati che possano restringere il movimento
Fare esercizi di flessibilà estremi

Ingrassare troppo
Accettare il mal di schiena come fatto normale

Cose da fare

Se possibile, mettersi in forma prima della maternità
Continuare a fare esercizi, specialmente tonificazione muscolare per glutei e addominali
Mantenere una schiena dritta quando si sta in piedi e non lasciarla curvare
Da sedute sostenere la parte bassa del dorso
Flettere le ginocchia nel sollevare pesi e nel piegarsi
Frequentare i corsi prenatali

Verso il termine della gravidanza passare il più possibile periodi di riposo. Consultare il vostro chiropratico ai primi accenni di mal di schiena.

ARTICOLO 5

ARTICOLO 4

ARTICOLO 3

ARTICOLO 2

ARTICOLO 1

CHIROPRATICA PER BEBE’ E GIOVANI

Quanto è sicura la chiropratica per mio figlio?

http://www.chiropraticabrianza.it/images/content/InfantCheck.jpgL’approccio chiropratico alla salute è naturale e molto sicuro. Per i bimbi e neonati, vengono utilizzate speciali tecniche che non sono per nulla traumatiche e sono attentamente studiate e mirate. Può bastare una pressione con il mignolo per aggiustare un neonato… Dopo anni di insegnamento ed esperienza i dottori in chiropratica diventano esperti nell’applicare la giusta quantità di forza, con la profondità e velocità della correzione e la direzione precisa e ben studiata.

La chiropratica non cerca né di stimolare né di inibire la normale funzionalità del corpo. Non richiede interventi di tipo farmacologico, terapeutico o chirurgico. Invece, il chiropratico è interessato alla relazione tra il sistema nervoso e la colonna vertebrale in quanto riguarda la salute del corpo. Gli effetti delle sublussazioni vertebrali sono complessi. Molti problemi che affliggono i bambini possono manifestarsi come conseguenza di un’anormale funzionalità del corpo causata dalle sublussazioni. Per questo, i bambini dovrebbero essere controllati regolarmente dal chiropratico per assicurare loro una buona salute.

 

Quale è l'età giusta per cominciare la cura chiropratica?

http://www.chiropraticabrianza.it/images/content/welcome.jpgI neonati, insieme alla mamma, dovrebbero essere controllati dal chiropratico entro poche ore dalla nascita. Il processo del parto, anche in condizioni naturali e controllate puo essere traumatico. Durante la fase del parto in cui la madre “spinge”, la colonna, e particolarmente il tratto cervicale è molto vulnerabile. Le sublussazioni più frequenti a cui i neonati vanno incontro sono quelle causate dal tirare, torcere e comprimere la loro colonna vertebrale durante il parto.

Anche se le sublussazioni causate dal trauma del parto non creano subito problemi come depressione respiratoria, i loro effetti si possono manifestare per anni… Raffreddori, infezioni alle orecchie, coliche ed altri problemi possono esserne il risultato. Le sublussazioni possono interferire con l’abilità a produrre i chimici responsabili per aumentare e abbassare la temperatura corporea quando è necessario. La ricerca indica che la risposta immunitaria nella produzione di agenti anti-virali e anti-batterici per combattere le infezioni è molto compromessa in presenza delle sublussazioni.

 

Tratto da: chiropratica Brianza